Palazzo Ducale

Via Roma 98060 Piraino Sicilia Italia

Descrizione

Fu sede dei Duchi  Denti  fin dalla metà del XVII secolo, Gregorio Denti, secondo Duca di Piraino e successore di Vincenzo Denti,   riadattò la preesistente dimora fatta costruire dalla famiglia Lancia nel XV secolo. 

Il portale in pietra arenaria  in cui è scolpito lo stemma della famiglia Denti dava l’accesso al  Palazzo Ducale. 

La piazza antistante il palazzo era parte integrante del baglio, espressione dell’organizzazione agricola del feudo e del potere del feudatario nella giurisdizione civile e penale. 

Il Palazzo Ducale era abitato dal “padrone” che viveva ai piani alti con la sua famiglia  e dai contadini che lavoravano il latifondo, questi alloggiavano ai piani bassi dove si trovavano i locali per depositare i raccolti e le stalle.

All’interno dell’edificio oltre all’appartamento del duca, ai magazzini e numerose altre stanze si trovava una piccola cappella dove la famiglia Denti si riuniva per pregare e per assistere ad importanti cerimonie.

Il Palazzo Ducale fu in piena efficienza fino al XIX secolo, nel 1812 con  l’introduzione della Costituzione  Siciliana  si ebbe una riforma sociale che abolì  i diritti feudali  e la famiglia Denti a poco a poco lo abbandonò. 

L’edificio fu destinato a carcere per un certo periodo, da allora fu inevitabile il suo lento ed inesorabile declino.